Per sguardi e per parole

La poetessa Patrizia Valduga si interroga sugli occhi chini di Gesù, su che cosa quegli occhi vedano

INDICE
I. Poteri dello sguardo
II. Sguardo della ragione e sguardo del sentimento
III. Lo sguardo dell’arte

Nella Cena in Emmaus di Caravaggio, esposta alla Pinacoteca di Brera, tutti guardano Gesù e Gesù ha gli occhi chini. E’ da questo non sguardo che comincia una riflessione prima sui poteri dello sguardo, e poi sui due sguardi, quello della ragione e quello del sentimento, che corrispondono alle due strategie, spesso in guerra tra loro, che la mente umana adotta per conoscere il mondo. Ma nella creazione artistica – sia essa un dipinto, una poesia, un romanzo – questi due sguardi trovano un miracoloso equilibrio. Un testo raffinato in cui poeti, scrittori, pensatori di ogni tempo sono convocati a portare la propria testimonianza.

Il libro è dedicato
a Christian Thielemann
a Thomas Ostermeier
perché in questi anni “la più pura, la più sottile, la più perfetta delle gioie”, la devo a loro.

(due versioni a confronto)